Ultime News
Top

Storie dal sottosuolo di Roma: riapre al pubblico la Tomba di Fadilla

Dal 20 gennaio, dopo un lunghissimo restauro, aprono al pubblico la tomba di Fadilla e quella dei Nasoni, due tesori dell’antica via Flaminia. Sepolcri rupestri che svelano bellissimi mosaici e particolari elementi decorativi, ma raccontano anche una zona che nell’età antica doveva avere una grande importanza come testimoniato dall’alta concentrazione di edifici funerari monumentali. Un’altra importante riapertura dopo il Museo delle navi romane di Fiumicino

La Tomba di Fadilla

La tomba di Fadilla conserva tutto lo splendore e la leggerezza dell’impianto decorativo di un monumento che risale al II secolo dopo Cristo. A partire dal pavimento a mosaico, in bianco e nero, che sviluppa un ampio disegno geometrico. Le quattro pareti ospitano una delicata decorazione con riquadri che racchiudono animali e figure umane, geni alati, personificazioni delle stagioni e visi di bambini.

Fadilla, figlia dell’Imperatore Marco Aurelio

L’edificio deve il suo nome a una piccola lapide in marmo, inserita sulla parete destra, con una epigrafe funeraria dedicata dal marito alla moglie Fadilla, nome diffuso nella famiglia degli Antonini. Fadilla fu una dei tredici figli dell’imperatore Marco Aurelio e di sua moglie Faustina Minore.

La Tomba dei Nasoni

A circa 400 metri di distanza dal sepolcro di Fadilla c’è la Tomba dei Nasoni. Il sepolcro, del II secondo secolo dopo Cristo, è oggi costituito da un ambiente rettangolare con volta a botte. Le tre nicchie sono decorate da grandi scene che simboleggiano la sopravvivenza dopo la morte e la speranza di un luogo di beatitudine.

Visite guidate dal 20 gennaio 2022

Le due tombe sono ora aperte alle visite guidate con prenotazione obbligatoria ogni terzo giovedì del mese, a partire dal 20 gennaio 2022.

Percorso e orari

Il primo turno è alle 10,30 con inizio in via dei Casali Molinario davanti all’ingresso della Tomba di Fadilla e termine in via Flaminia 961 alla Tomba dei Nasoni. Secondo turno alle 12 con inizio in via Flaminia 961 davanti l’ingresso della Tomba dei Nasoni e conclusione in via dei Casali Molinario con visita alla Tomba di Fadilla.

  • Modalità di accesso: è consentito l’accesso, nel rispetto delle normative sanitarie in vigore (Green Pass rafforzato e mascherina), a un massimo di 10 persone per turno.
  • L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti.
  • Prenotazione obbligatoria scrivendo a: ss-abap-rm.malborghetto@beniculturali.it
  • Nella email di prenotazione è necessario indicare: turno di visita selezionato, numero di partecipanti per ogni singola prenotazione, nome, cognome e un recapito email.
  • Le prenotazioni verranno raccolte fino alle ore 12 del mercoledì precedente l’apertura.
  • Per gruppi già organizzati superiori alle 10 unità è necessario rivolgersi preventivamente all’Ufficio Valorizzazione (Responsabile Angelina De Laurenzi – contatti: ss-abap-rm.valorizzazione@beniculturali.it).
  • Indirizzi: Tomba di Fadilla, via dei Casali Molinario – Tomba dei Nasonii, via Flaminia 961
  • Come arrivare con trasporto pubblico: treno urbano Ferrovie Roma Nord, fermata Due Ponti

Posta un Commento