Ultime News
Top

Marco Simone, ok prime 9 buche Ryder Cup 2023

Al Marco Simone Golf & Country Club sono pronte le prime nove buche del percorso Ryder Cup, in attesa della prima italiana della più importante competizione golfistica mondiale. Lo ha confermato Gian Paolo Montali, direttore generale del progetto Ryder Cup 2023, in Lombardia in occasione della presentazione della 77esima edizione dell’Open d’Italia che si svolgerà dal 22 al 25 ottobre nel circolo Chervò Golf Club San Vigilio di Pozzolengo, in provincia di Brescia.

 

“Open d’Italia punta di diamante del Progetto Ryder Cup 2023”

“L’Open d’Italia – ha sottolineato il dg Montali – è la punta di diamante del Progetto Ryder Cup 2023. La 77ª edizione del torneo sarà diversa ma speciale grazie al sostegno dei nostri partner. Anche quest’anno il torneo, con il supporto di Infront, entrerà nelle case di tutti gli italiani con una doppia copertura tv su Sky Sport e Rai Sport. Il ritorno in Lombardia dimostra che questo è un appuntamento itinerante, volto ad abbracciare tutto il Paese valorizzandone storia e cultura e contribuendo allo sviluppo dell’indotto anche in chiave turistica”.

 

“Percorso gara al Marco Simone Golf & Country Club pronto con molto anticipo”

“Dal 2021 – ha aggiunto Montali – la competizione si giocherà al Marco Simone Golf & Country Club di Roma teatro, nel 2023, della sfida Europa-Usa. Siamo davvero felici di come stiano procedendo i lavori sul campo della Ryder Cup italiana dove le prime 9 buche sono state completate e ora sono aperte ai soci del circolo presieduto da Lavina Biagiotti. Presto potremo contare su un percorso di gara che sarà pronto con molto anticipo rispetto all’inizio della sfida biennale”.

 

Chimenti, presidente Fig: “Open d’Italia grande successo verso la Ryder Cup 2023”

“Dopo riflessioni approfondite abbiamo deciso che il golf, sport non di contatto, meritasse che la sua massima manifestazione italiana potesse proseguire nel segno della tradizione e della continuità e la Federazione italiana Golf ha lavorato duramente per far sì che la competizione potesse disputarsi”. Parole di orgoglio del presidente Franco Chimenti. “Rappresenta – ha aggiunto – un grande successo verso la Ryder Cup 2023. Desidero ringraziare le istituzioni, a partire dalla Regione Lombardia per il supporto, il nostro advisor Infront con tutti gli sponsor, lo Chervò Golf San Vigilio e l’European Tour. Sarà un torneo di alto profilo tecnico e sono entusiasta di avere qui con noi Matteo Manassero.  La prima wild card ho voluto che fosse per lui. La sua vittoria al Toscana Alps Open e l’ottima prestazione offerta all’Italian Challenge Open mi hanno reso felicissimo. Sono sicuro che anche tutti gli altri azzurri in gara si faranno valere e daranno spettacolo insieme ai tanti campioni di rilievo internazionale nel field”.

 

Il campione Manassero: “Si gioca a golf per provare emozioni e non solo per i risultati”

Matteo Manassero, grande talento azzurro e detentore del record di più giovane vincitore dell’European Tour, sarà uno dei protagonisti dell’Open d’Italia. “Se oggi sono qui è tutto merito dell’affetto del presidente Chimenti, che è un mio grande tifoso – ha detto il campione intervenuto alla presentazione dell’evento -. Dopo il successo nel Toscana Alps Open è stato il primo a chiamarmi e ci tengo a ringraziarlo profondamente. Si gioca a golf per provare emozioni e non solo per i risultati. Dopo il mio recente successo, l’aspettativa nei miei confronti è tornata ad essere alta. Sono una persona ambiziosa e cerco sempre di dare il massimo. Non ho mai smesso di lavorare e la gioia provata sull’Alps Tour è stata una grande soddisfazione. Spero in un ottimo Open d’Italia”.

 

Pietro Apicella, presidente dello Chervò Golf Club San Vigilio

“Poter ospitare l’Open d’Italia è motivo di orgoglio, onore e soddisfazione. Sono entusiasta dell’impegno che tutto lo staff del circolo sta profondendo da quando ad agosto il presidente Chimenti ci ha dato questa opportunità meravigliosa. Da ormai due mesi stiamo lavorando duramente perché tutto sia all’altezza degli standard previsti per un torneo così prestigioso. La nostra struttura, grazie ai suoi ampi spazi, è Covid free e permetterà il rispetto di tutte le normative”.

Posta un Commento