Ultime News
Top

Roma a piedi, Fontana delle Rane restaurata al Coppedè

Roma da visitare a piedi, basta cogliere l’occasione giusta. Volete una “scusa” per immergervi ancora una volta nella fiabesca atmosfera del quartiere Coppedè anche se ci siete stati mille e mille volte? O quella di una passeggiata alla scoperta, per la prima volta, di un particolarissimo e sorprendente mini-rione romano?

Ecco, l’occasione giusta c’è: la mitica Fontana delle Rane, nel cuore di piazza Mincio, è tornata al suo massimo splendore grazie al restauro condotto sotto la direzione tecnico-scientifica della Sovrintendenza Capitolina, appena terminato. E’ sicuramente una delle sorprese di Roma a piedi.

Il progetto di restauro

“Il progetto di restauro della Fontana delle Rane – informano dal Campidoglio – è il primo di tale portata da quando l’elaborata opera fu inaugurata nel 1927. L’intervento è stato lungo e scrupoloso, e ha richiesto una fase preparatoria, avviata a marzo scorso, durante la quale sono stati svolti interventi di consolidamento del terreno di fondazione della fontana”.

Il “pastiche” di stili

Il mini-quartiere, tutto raccolto intorno a piazza Mincio, realizzato tra il 1915 e il 1927, è stato progettato dall’architetto Gino Coppedè. Siamo nel quartiere Trieste, in un isolato compreso fra via Tagliamento, via Arno, via Ombrone, via Serchio e via Clitunno. E’ uno straordinario miscuglio di linguaggi architettonici. Arte Liberty, Art Decò, con richiami all’arte greca, gotica, barocca e anche medievale. Il risultato: una fiaba bizzarra in uno scrigno inaspettato.

La Fontana in cui i Beatles fecero il bagno vestiti

La Fontane delle Rane presenta un movimentato groviglio di quattro mascheroni e figure maschili, che sorreggono una valva di conchiglia su cui è posta una grossa rana. Sui bordi superiori del catino, otto rane, raffigurate nell’atto di spiccare un salto, versano sottili getti d’acqua. E’ nota anche per il bagno che i Beatles vi fecero vestiti, dopo il loro concerto a Roma.

Posta un Commento