Ultime News
Top

Al parco per ascoltare il canto d’amore dei cervi

Nel bosco per ascoltare il canto d’amore dei cervi, struggenti richiami per attirare le femmine in una sfida con i rivali al bramito più potente. E’ l’escursione notturna proposta dal Parco dei Monti Simbruini che, per partecipare a questo incredibile concerto della natura, dà appuntamento a venerdì 18 settembre, in piena stagione degli amori.

Ci si ritrova a Subiaco, esattamente al centro visite Monte Livata (via della Bandita), alle 17,30. Alle 18 si parte (con mezzo proprio) per le postazione d’ascolto.

Non prima di aver sentito dagli esperti del Parco tutti i dettagli sulla storia e l’etologia dei cervi, su come erano spariti dai Monti Simbruini più di cento anni fa e su come sono stati riportati, ma anche su come vengono ogni anno censiti con appostamenti e triangolazioni proprio utilizzando come “bussole” i loro canti d’amore autunnali.

“Dopo aver lottato e conquistato i branchi di femmine – spiegano dal Parco -, i maschi comunicano ai rivali la loro posizione e il loro rango. Più forte è il bramito più si dimostra la propria potenza e si comunica agli altri maschi di stare alla larga”.

.

L’harem del cervo e la stagione degli amori

E sì, perché il cervo punta ad un harem vero e proprio e può attirare nella sua rete di seduzione più di 20 cerve per sera.I cervi, che si erano estinti dal Parco dei Simbruini dall’inizio del ‘900, sono stati reintrodotti a partire dal 2008. Si è partiti da 70, provenienti in particolare dalle foreste del Tarvisio e del Casentino, per arrivare, oggi, a contare più di 400 esemplari. C’è un borgo nella zona che dai cervi prende il nome, proprio per il gran numero di esemplari che lì pascolavano in tempi remoti. E’ Cervara di Roma.

“Con quel richiamo il cervo cerca di attirare il maggior numero possibile di femmine – spiega Ilaria Guj, biologa e zoologa del Parco -. Se non si riesce a risolvere con il bramito si arriva anche a scontri fisici, tanto che qualche volta nella lotta per il predominio finiscono con i palchi incastrati”.

Una stagione degli amori davvero estenuante quella dei cervi. “Cercare le femmine per il loro harem e difenderle dagli altri maschi – aggiunge l’esperta – comporta anche perdite del 20 per cento di peso, pure perché presi dall’impegno tendono a non mangiare”.

  • Max iscritti: 30 persone (prenotazioni WhatsApp al 345.1059286)
  • Durata visita: 5 ore circa
  • Difficoltà: bassa
  • Cosa portare: cena al sacco, lampada frontale o torcia elettrica, scarpe da trekking e un abbigliamento consono per affrontare una serata di inizio autunno in alta quota (giacca a vento, maglia in pile, cappello di lana, guanti).
  • In caso di condizioni meteo avverse l’evento sarà annullato
  • Info: www.parcomontisimbruini.it – tel 0774.827221 (ufficio comunicazione e educazione)
  • Come si arriva: il punto di partenza dell’escursione è il centro visite Monte Livata (Subiaco): si trova a 80 chilometri da Roma, 70 da Guidonia Montecelio, 53 da Tivoli. Per arrivare bisogna percorrere l’A24 ed uscire a Vicovaro, quindi prendere la strada statale per Subiaco per poco più di 15 chilometri.

Posta un Commento