Ultime News
Top

Open d’Italia al Marco Simone Golf & Country club

L’atmosfera è quella di una festa dello sport in uno scenario d’incanto. Si è aperto oggi, 2 settembre, il Ds Automobiles 78° Open d’Italia che ha inaugurato il percorso del Marco Simone Golf & Country Club, casa della Ryder Cup 2023. Ieri altre tappe simbolo: il taglio del nastro del campo di gara che tra due anni ospiterà il mega evento sportivo e l’udienza nella Sala Nervi del Vaticano che ha visto il Santo Padre esibirsi in un “putt” simbolico. La gara ora è entrata nel vivo, così come l’evento e le iniziative di contorno.

Grande protagonista la Rolex Pro-Am vinta dal team guidato dallo scozzese Stephen Gallacher. E adesso è l’ora dei campioni che si sfideranno fino al 5 settembre in uno dei tornei più prestigiosi dell’European Tour. Sono 22 gli azzurri in gara che sognano l’impresa. Nel 2016 l’ultimo successo di un italiano, firmato da Francesco Molinari (vincitore anche nel 2006) che, insieme a Guido Migliozzi e Renato Paratore, è tra i giocatori più attesi.  

Le attività per il pubblico

Grande l’attenzione verso il pubblico – che ritorna dopo l’assenza, causa Covid, del 2020 – coinvolto nelle tante iniziative extra campo, con particolare attenzione rivolta ai bambini. Il Villaggio Commerciale e il Family Open saranno aperti, fino a domenica 5 settembre, dalle ore 9.

Family Open

Con il supporto di educatori qualificati del Coni, i bambini potranno svolgere discipline e attività ricreative. Prove di scherma, di tiro a volo, di vela, campi di basket e tavoli da ping pong a disposizione. E anche un spazio dedicato agli scacchi.

Prove di golf gratuite con i maestri PGAI

All’interno del Villaggio Commerciale i maestri della PGAI – con il supporto di US Kids Golf Italy – saranno a disposizione per far provare il golf a tutti coloro che vorranno vivere l’emozione del primo swing.

Verso la Ryder Cup 2023

Iniziato quindi il viaggio verso la prima Ryder Cup italiana, in programma dal 29 settembre al primo ottobre del 2023. E l’evento rappresenta un’altra pietra miliare per il Marco Simone Golf & Country Club, completamente rinnovato che si svela al mondo dopo un anno e mezzo di lavori di restyling che hanno riguardato tutte e 18 le buche del percorso.

In campo, tra gli altri, ci sono i trascinatori della Ryder Cup 2018 di Parigi: Francesco Molinari, che in Francia è entrato nei libri di storia vincendo tutti e cinque gli incontri disputati (record europeo), e l’inglese Tommy Fleetwood, con cui il torinese ha formato una coppia stellare al Le Golf National. I

Il restyling

l progetto di restyling del Marco Simone Golf & Country Club (che ospiterà anche l’Open d’Italia nel 2022 e nel 2023), guidato dall’European Golf Design in collaborazione con l’architetto Tom Fazio II, ha rimodellato il campo non solo per creare insidie e stimoli per i più forti giocatori del mondo, ma anche per valorizzare il naturale terreno ondulato del paesaggio. Ciò farà sì che gli spettatori godranno di punti di vista impareggiabili dello svolgimento del gioco sul campo e di scorci in lontananza della Città Eterna, comprese visuali spettacolari della Basilica di San Pietro e del Castello di Marco Simone.

Lavinia Biagiotti: “Un incredibile viaggio”

Grande la soddisfazione di Lavinia Biagiotti, Presidente del Marco Simone Golf & Country Club: “Siamo orgogliosi – ha detto – di svelare a tutti la nostra meta golfistica con l’auspicio di ispirare le future generazioni di golfisti, seguendo il nostro motto “Playing the future”. Desidero ringraziare la Federazione Italiana Golf e il suo “visionario” presidente Franco Chimenti, insieme al direttore generale Gian Paolo Montali, il Coni e il suo presidente Giovanni Malagò, l’European Tour e la Ryder Cup Europe, il Gruppo Biagiotti, le istituzioni nazionali e locali, Emilio Carbonera, Ceo del Marco Simone e tutto il team che è parte di questo incredibile viaggio”. 

Il presidente Federgolf Chimenti: “Si svela un’eccellenza mondiale”

Franco Chimenti, presidente della Federazione Italiana Golf, già guarda all’orizzonte “Il cammino verso la Ryder Cup 2023 entra nel vivo. Un campo di gara, eco-sostenibile, che rappresenta un’eccellenza mondiale, un vanto non solo per il golf ma per tutto lo sport italiano. Il fascino inimitabile di Roma, abbinato all’adrenalina della sfida fra Europa e USA renderanno unica l’edizione italiana”.

Gian Paolo Montali: “Una perfetta sinergia organizzativa”

Ed esprime soddisfazione anche il direttore generale del Progetto Ryder Cup 2023, Montali: “Come avevamo promesso, il campo di gara è pronto. Tutto questo è stato possibile grazie ad una perfetta sinergia organizzativa tra Federazione Italiana Golf, Proprietà del Marco Simone Golf & Country Club, Ryder Cup Europe ed European Golf Design. Il viaggio continua”.

Otto fin qui i successi azzurri

In 77 edizioni fin qui disputate sono 8 i successi azzurri all’Open d’Italia di golf. Il primo firmato nel 1925, anno della prima edizione, da Francesco Pasquali. Poi, nel 1948, a imporsi fu Aldo Casera prima della doppietta di Ugo Grappasonni (1950 e 1954). Di Baldovino Dassù l’exploit nel 1976, di Massimo Mannelli quello del 1980. Nel 2006, a interrompere un digiuno lungo 26 anni, ci ha pensato Francesco Molinari che, nel 2016, ha calato il bis.

Dal vivo e in tv

Nel pieno rispetto delle normative anti Covid-19 l’ingresso al Marco Simone Golf & Country Club sarà gratuito e aperto a tutti, fino al raggiungimento della capienza massima consentita (tutte le informazioni su www.openditaliagolf.eu). Ma il DS Automobiles 78° Open d’Italia vanterà anche una triplice esposizione televisiva – grazie al supporto di Infront, official advisor della FIG – e verrà trasmesso su Rai Sport, Sky Sport e GOLFTV.

Il trofeo ufficiale della Ryder Cup

Il trofeo ufficiale della Ryder Cup sarà esposto all’interno del Villaggio Commerciale – fino a venerdì 3 settembre – in uno stand della Federazione Italiana Golf, dove gli spettatori avranno la possibilità di scattare foto e ricevere informazioni sul grande appuntamento del 2023 che vedrà affrontarsi il Vecchio Continente e gli Stati Uniti.

Posta un Commento